GRILLO TALPA

Ordine: Ensifera
Specie: Grillotalpa grillotalpa

 

ORIGINE,  DIFFUSIONE, MORFOLOGIA

Il grillotalpa ha un nome che denota bene le caratteristiche. La prima parte del suo nome è grillo perchè è in grado di cantare. Il canto è uno stridio dovuto alla strofinamento delle ali l'una contro l'altra e, anche se non è melodioso come quello di un grillo, è comunque gradevole. La seconda parte è talpa perchè le zampe anteriori di questo animale sono enormemente sviluppate e modificate in modo da essere adatte allo scavo. Il grillotalpa scava lunghe gallerie sotterranee alla ricerca di cibo costituito da radici, tuberi e larve di insetti. A volte scava per costruirsi una tana o un nido dove deporre le uova e allevare i piccoli. Per queste sue abitudini è difficile vederlo ma a volte durante l'estate esce all'aperto ed è in grado di compiere anche voli un pò pesanti. Vive di preferenza in zone umide e la cui dieta lo rende dannoso alle colture, anche se bisogna considerare che mangia le larve di latri insetti dannosi. E' un insetto di grandi dimensioni, arriva anche a 6 cm di lunghezza. Il suo corpo è di colore marrone, quasi interamente coperto da peli. Possiede ali anteriori corte e ali posteriori ben sviluppate. I suoi occhi sono piccoli, ma non ne ha una grande necessità nei luoghi in cui vive. Le antenne sono corte e, pensandoci, se fossero lunghe sarebbero d'impaccio durante gli scavi. Quando è il momento di deporre le uova la femmina costruisce un nido sotterraneo a circa 20 cm di profondità, della larghezza di 3-4 cm. Le pareti vengono rese compatte e solide e intonacate con liquido salivare, vi vengono deposte molte uova che si schiuderanno dopo circa 2-3 settimane liberando larve simili agli adulti. Una particolarità di questi animali è quella di prendersi cura delle uova e poi delle larve fino alla loro completa autosufficienza. Le larve vivranno insieme nella tana per circa un mese, poi saranno in grado di uscire e cavarsela da sole. Per diventare adulti  dovranno passare circa 10 stadi larvali nel giro di un anno. Se escono dall'uovo alla fine dell'estate passeranno l'inverno allo stadio di larve e ritarderanno la loro trasformazione in adulti.