SATURNIA

ORDINE: Lepidoptera
SPECIE: Saturnia Pavonia

 

Bruco

ORIGINE,  DIFFUSIONE, MORFOLOGIA

La saturnia è una farfalla notturna piuttosto appariscente, ha ali grandi e ornate, vi troviamo disegnate greche e ocelli; decorazioni e forma di occhi. L'apertura alare può arrivare a 6 cm nelle femmine, e i colori  vanno dal giallino al rosato, più chiari nelle femmine e più scuri nei maschi. Non vi sono grosse differenze nelle dimensioni fra maschi e femmine. Il corpo non è molto elegante, è corto e largo, ma porta alla sommità della testa due antenne piumate molto vistose, soprattutto nei maschi. Queste antenne sono estremamente importanti per l'accoppiamento. Durante la bella stagione i maschi sono alla ricerca delle femmine ma, avendo abitudine notturne, non le vedono facilmente. Le individuano con le antenne piumate che sono rilevatori di particolari profumi prodotti dagli ormoni sessuali delle femmine. Questi ormoni prendono il nome di ferormoni e producono profumi così intensi da attirare i maschi da grandi distanze. Le femmine sono deboli volatrici e aspettano il maschio in una zona circoscritta. Una volta avvenuto l'accoppiamento i maschi muoiono e le femmine sopravvivono il tempo necessario a deporre le uova. Questi insetti, da adulti, non possiedono mandibole funzionanti e non hanno la spirotromba, perciò non possono nutrirsi. La loro unica ragione di vita è la riproduzione. La femmina deporrà le uova intorno ai rami di una pianta: biancospino, carpino, quercia, olmo, e le disporrà in modo da formare dei manicotti. Alla nascita le larve sono bruchi che stanno in gruppo solo durante le prime mute. Sono bruchi molto voraci e si nutrono di foglie. Il loro colore varia con l'età, da neri alla nascita diventano verdi con bande scure e si arricchiscono di tubercoli colorati  ornati di peli. I tubercoli hanno una colorazione dapprima gialla, poi arancione. Arrivato il momento di trasformarsi in crisalide il bruco tesse il suo bozzolo con un filo di seta che, anche se non paragonabile a quello del baco, è di buona qualità. L'animale potrà svernare sotto questa forma, se ha costruito il suo bozzolo alla fine dell'estate, e sfarfallare l'anno successivo in primavera.